Ebola:caso sospetto nelle Marche del 9 settembre 2014, era malaria

Scritto da Tarantino Domenico Il .

 Ministero-della-Salute2

In merito al caso sospetto di malattia da virus Ebola (MVE) nelle Marche relativo ad una persona di ritorno dalla Nigeria, gli accertamenti hanno scongiurato la presenza della malattia. La paziente non è stata contagiata dal virus Ebola, ma è risultata affetta da malaria.

In questo, come in tutti i casi sospetti di Ebola, sono state attivate tutte le procedure previste dalle circolari emanate dal Ministero della Salute, in linea con le indicazioni internazionali e recepite a livello regionale, tra le quali l'invio di campioni biologici all'INMI Spallanzani di Roma per le prescritte analisi di laboratorio.

Tali procedure mirano alla tutela, oltre che del personale sanitario che pratica l'assistenza diretta al paziente, della collettività e alla migliore gestione clinica del caso, con criteri di sicurezza ambientale, nonché alla sorveglianza di eventuali contatti.

Negli ultimi due mesi sono stati segnalati casi sospetti di MVE da diverse regioni, in base ai criteri indicati da OMS ed ECDC, quali l'insorgenza di alcuni sintomi e la provenienza geografica da aree affette. Tutti questi casi sono poi risultati negativi ai test di laboratorio per virus Ebola.

Per ulteriori informazioni:
Virus Ebola: negativo caso nelle Marche, la diagnosi è malaria

Fonte: www.salute.gov.it

filippo urso
farmacista, redazione SIFOweb

L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la policy su Cookies