Farmacisti, pieno diritto alla libera circolazione nell'UE

Scritto da Tarantino Domenico Il .

europa

Con la pubblicazione della Direttiva 2013/55 l'Unione Europea ha portato a termine il suo secondo aggiornamento delle regole che, hanno permesso il reciproco riconoscimento della qualifica professionale di farmacista e, di conseguenza, il pieno diritto alla libera circolazione all'interno dell'UE.

Le principali novità

L'elenco di attività che il farmacista esercita nella sua ordinaria pratica professionale è contenuto nel nuovo art. 45.2:

  • preparazione della forma farmaceutica dei medicinali;
  • fabbricazione e controllo dei medicinali;
  • controllo dei medicinali in un laboratorio di controllo dei medicinali;
  • immagazzinamento, conservazione e distribuzione dei medicinali nella fase di commercio all'ingrosso;
  • approvvigionamento, preparazione, controllo, immagazzinamento, distribuzione e consegna di medicinali sicuri e di qualità nelle farmacie aperte al pubblico;
  • preparazione, controllo, immagazzinamento e distribuzione di medicinali sicuri e di qualità negli ospedali;
  • diffusione di informazioni e di consigli sui medicinali in quanto tali, compreso il loro uso corretto;
  • segnalazione alle autorità competenti degli effetti indesiderati dei prodotti farmaceutici;
  • accompagnamento personalizzato dei pazienti che praticano l'automedicazione;
  • contributo a campagne istituzionali di sanità pubblica.

Aggiornamento professionale continuo che viene esplicitamente richiesto agli Stati membri (nuovo art. 22 b);

Necessarie le conoscenze linguistiche, fondamentali quando si opera nel settore della salute, profonde sono le modifiche rispetto alla normativa preesistente (nuovo art. 53);

Art. 4 bis: La Tessera professionale europea
Tale tessera consta di un certificato elettronico che attesti il soddisfacimento di tutte le condizioni necessarie al fine di fornire l'attività professionale di farmacista in qualsiasi Paese UE, sia su base temporanea o occasionale, sia ai fini dello stabilimento nello Stato ospitante.

Per ulteriori informazioni:
Direttiva 2013/55/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio

Fonte: www.quotidianosanita.it

redazione SIFOweb

L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la policy su Cookies