24 marzo, giornata mondiale della tubercolosi

Scritto da Tarantino Domenico Il .

 Tubercolosi

Il 24 marzo 2014 si celebra come ogni anno la giornata mondiale della tubercolosi in ricordo del 24 marzo 1882 quando Robert Koch annunciò alla comunità scientifica la scoperta dell'agente eziologico di tale malattia.

Sebbene curabile, a causa di questa malattia muoiono ogni giorno nel mondo 3.500 persone e si registrano ogni anno circa 9 milioni di nuovi casi, di cui circa 3 milioni non vengono né diagnosticati né curati.

Questo dato sottolinea come ancora molto ci sia da fare, soprattutto nelle comunità più povere e vulnerabili, per costruire dei sistemi sanitari a cui i pazienti possano accedere e trovare i mezzi diagnostici e le terapie necessaria per guarire. La comparsa di fattori di rischio sempre più numerosi (povertà, migrazione, infezione da HIV o altre forme di immunodepressione), l'aumento e la diffusione di casi di multiresistenza ai farmaci impongono di mantenere viva l'attenzione verso una malattia che continua ad essere una emergenza globale, nonostante recenti successi di strategie innovative e di ricerca. In Italia la malattia non è più endemica ma colpisce ancora circa 5.000 persone all'anno.

Recenti episodi di epidemie, anche sostenute da ceppi multiresistenti, soprattutto in ambito scolastico dove vengono colpiti i soggetti più giovani, devono stimolare interventi di prevenzione diversificati, anche in funzione delle diverse situazioni di rischio, palesemente differenti tra le varie regioni ma anche tra le grandi metropoli ed il resto del territorio.

Per ulteriori informazioni:
24 Marzo, Giornata Mondiale di Lotta alla Tubercolosi. Ogni anno 3 milioni di casi senza diagnosi e cure

Fonte: www.stoptb.it

filippo urso
farmacista, redazione SIFOweb

L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la policy su Cookies