logo-sifo

Crediti formativi conseguiti all’estero

Gli eventi formativi che si svolgono all'estero devono essere preventivamente accreditati dalla Commissione ECM a cura della corrispondente società scientifica, associazione professionale, ordine o collegio professionale italiani.

I crediti formativi validi ai sensi dell'art. 16 bis e seguenti del Dlvo 502/92 sono esclusivamente quelli certificati dalla Commissione nazionale per la formazione continua all'organizzatore dell'evento formativo o del progetto formativo aziendale.

La procedura che deve essere seguìta prevede - come noto - la necessaria registrazione nel sito ECM ed il relativo versamento del contributo alle spese (art. 92, comma V, L. 388/2000). L'organizzatore che ha ricevuto la certificazione da parte della Commissione dell'avvenuto accreditamento è autorizzato, a sua volta, ad attestare i crediti formativi ai partecipanti che hanno superato la prova di valutazione dell'apprendimento.

Gli eventi formativi che si svolgono in altri Paesi, comunitari e non, possono essere accreditati se un organizzatore italiano richiede l'accreditamento, sempre tramite registrazione nel programma ECM.

Normativa di riferimento in tema di crediti formativi conseguiti all'estero Determina della CNFC del 17.07.2013

L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la policy su Cookies